Ciclo-pedonale "Il nostro Delta"

Lunghezza percorso: A/R da Lido di Dante circa 9 Km

Questo percorso parte dall’ingresso della pineta di Lido di Dante (ingresso del Parco del Delta del Po) e raggiunge la foce del Torrente Bevano attraversando tutta la pineta Ramazzotti che si sviluppa parallelamente al cordone dunoso costiero. La parte terminale di questo percorso, permette la vista delle dune costiere alla foce del torrente Bevano e di raggiungere la Torretta di Osservazione posta su via della Sacca, lungo la riva sinistra del torrente Bevano, in corrispondenza della confluenza con il canale Fosso Ghiaia. Da qui si possono osservare il paesaggio dell’Ortazzino, caratterizzato dai meandri abbandonati del fiume e dai retrostanti prati umidi salmastri, e quindi l’Ortazzo, stagno costiero con giuncheti marittimi e puccinellieti, con al suo interno una penisola a pino domestico.

Il valore di questi luoghi sta nella diversità degli ambienti che si possono visitare, in uno spazio ristretto: l’evoluzione spontanea della costa ha dato vita ad uno dei siti costieri a naturalità più elevata e a maggiore biodiversità, senza insediamenti balneari e manomissioni da parte dell’uomo. Grazie alla qualità ambientale ed alla tranquillità, il sito è, inoltre, importantissimo per la migrazione e lo svernamento degli Uccelli acquatici e dei rapaci diurni (in particolare Albanelle e Aquila anatraia maggiore) oltre che per la nidificazione dei Cavalieri d’Italia, Avocette, Sterne zampenere, Fraticelli, Sterne comuni, Beccacce di mare, Fratini, Pettegole e Gabbiani rosei. Tra i mammiferi degni di rilievo si possono avvistare l'Istrice e la Puzzola.


Visualizza Ciclo pedonale "Il nostro Delta" in una mappa di dimensioni maggiori


Sponsor

Seguici sui social network

facebook